La psicomotricità è, oltre che disciplina del linguaggio corporeo, la scienza che si occupa del benessere psico-corporeo valorizzando l'identità ed il potenziale psico-corporeo di tutti ad ogni età.

La psicomotricità si rivolge ad un pubblico molto ampio, a partire dalle mamme in gravidanza (intesa come sostegno per la mamma) sino all'età anziana.

Chiara Bertolazzi propone attività nell'ambito dell'infanzia con proposte diverse attraverso giochi educativi e di rilassamento e, grazie alla collaborazione con psicologi, logopedisti, neuropsichiatri infantili ed optometristi, è in grado di valutare e sviluppare una diagnosi psicomotoria per definire il disturbo del soggetto da un punto di vista prettamente psicomotorio.

Propongo lo sviluppo di seminari e convegni nella zona di Brescia per parlare della professione del psicomotricista in cui affrontare chi è e cosa fa lo psicomotricista. 

Svolgo attività di grafomotricità per migliorare la coordinazione oculo-manuale, visuo-motoria per chi ha problemi di apprendimento, gestione del tono, sensibilizzare la percezione delle mani e dello sguardo con attività di rilassamento per cogliere più profondamente la propria percezione di sé.

 

 

 

Per l'anziano propone invece attività di giochi atte a migliorare la qualità fisica e mentale attraverso materiale strutturato, attività di percezione corporea e rilassamento.

 

 

I bambini e i ragazzi possono incontrare alcune difficoltà, alcuni disturbi o disordini nel corso della loro crescita, i quali possono essere alleviati e sostenuti dall’attività psicomotoria:

  • Disprassie, ritardi psicomotori, del linguaggio e della comunicazione, impacci motori, tic e balbuzie, disturbi sensoriali, disarmonie toniche, stati tensionali, infantilismi motori, disturbi grafomotori, della lateralità e dello schema corporeo, disturbi spazio – temporali, inibizione, instabilità
  • Prematurità (intervento tempestivo), infantilismo e difficoltà di separazione dalla figura genitoriale, problemi sociali, disturbi del sonno e dell’alimentazione, enuresi ed encopresi, crisi di rabbia e di ansia, aggressività, fragilità emozionale
  • Disturbi attentivi, difficoltà di apprendimento, disturbi nella gestione e nella socialità scolastica, disgrafia e dislessia

Gli adulti e gli anziani possono presentare difficoltà nel loro percorso di vita e la psicomotricità può aiutarli a salvaguardare e a ritrovare il benessere nei casi di:

  • Stress, stati tensionali e insonnia, tic e balbuzie
  • Difficoltà nel processo di invecchiamento, malattie degenerative, supporto a pazienti con malattie terminali
  • Disturbi sensoriali, ritardi mentali
  • Disordini della personalità
  • Crisi in momenti traumatici o di malattie